Pubblicato il

Classificazione delle scarpe da running

classificazione scarpe da running

Se c’è una regola che vige nel mondo della corsa, è proprio quella del saper scegliere tra le migliori scarpe running.

Se per l’abbigliamento non ci sono regole precise, ma solo consigli, per le scarpe da corsa invece il discorso è ben diverso.

Avere una scarpa adatta al tuo piede ti darà notevoli benefici:

  • migliore stabilità nell’assetto della corsa, migliorando notevolmente la tua tecnica
  • maggiore protezione della caviglia da infortuni
  • maggiore protezione da eventuali infiammazioni degli arti inferiori
  • una salute generale del piede decisamente migliore

Molti credono che una scarpa valga l’altra, ma in realtà ci sono molteplici cose da considerare quando ci si appresta ad acquistare una scarpa da running.

Se la cosa ti sembra un po’ complicata, non temere, perché siamo qui proprio per aiutarti in tutto questo.

Appoggio del piede: neutro, pronatore, supinatore

La prima cosa che devi osservare in assoluto, è sicuramente l’appoggio del tuo piede.

È proprio da questo primo fattore che poi ne deriverà la direzione verso la migliore scarpa running per te.

Per capire com’è il tuo appoggio del piede puoi farlo in due modi:

  • attraverso un’analisi effettuata da uno specialista
  • attraverso il test casalingo detto anche il test del bagnato.

Il test del bagnato di cui ti abbiamo appena accennato, altro non è che il bagnarsi i piedi e poi appoggiarli su una superficie scura, in modo da poter vedere la propria impronta impressa.

Già a colpo d’occhio si vedrà immediatamente se il piede ha la forma completa oppure no.

In base a questo test, od a quello più professionale effettuato da uno specialista, potrai capire se sei:

  • neutro, o pronatore, il piede appoggia tutta la pianta del piede
  • iperpronatore, il piede appoggia sulla parte interna
  • supinatore, il piede appoggia sulla parte esterna

In base a questa tua caratteristica, potrai capire verso quale delle migliori scarpe running ti devi indirizzare.

La classificazione delle scarpe da corsa

Altra cosa importante di cui tenere conto è, poi, la tipologia di scarpa running che desideri, e che meglio si sposa con le tue esigenze.

Scopriamo insieme la classificazione delle diverse scarpe running.

Vedrai che, ogni scarpa, avrà anche il suo specifico codice numerico identificativo che ti aiuterà ancora di più durante l’acquisto.

Scarpe A0 minimaliste

Sono scarpe molto leggere che hanno un peso che si aggira attorno ai 200-350 grammi al massimo.

Per le loro leggerezza si sposano bene con un runner che effettua molte ripetute veloci, e comunque lavori di base prontati sulla velocità.

Scarpe A1 superleggere

Ecco un altro tipo di scarpa con un peso davvero minimo, pensa che è al di sotto dei 250 grammi.

Le sue caratteristiche la rendono una scarpa perfetta per te solamente se hai una tecnica perfetta di corsa, hai già una buona esperienza nel settore running, sei un atleta veloce ed hai un peso sotto i 70 kg.

Scarpe A2 intermedie

Hanno un peso che oscilla sui 300 grammi, quindi hanno un’ottima leggerezza di base.

Si differenziano dalle precedenti perché hanno un’ammortizzazione più alta, donando, così, una maggiore stabilità.

Adatte a te se effettui comunque non grandi distanze ed hai già una buona dimestichezza con la tecnica di corsa.

Scarpe A3 neutre

Ecco ora la tipologia di scarpe che meglio si sposa con un runner alle prime armi, o comunque con un peso corporeo che oscilla attorno agli 80 kg.

Hanno un ottimo ammortizzamento ed un peso che va dai 300 ai 400 grammi.

Scarpe A4 stabili

Scarpa perfetta per chi ha un peso importante, anche superiore agli 80 kg.

È davvero una scarpa molto solida e stabile che si rende perfetta per chi ha una tecnica di corsa non ancora ottimale.

Ideale anche per chi ha un appoggio iperpronatore.

Scarpe A5 trail

Come potrai già ben intuire dal loro nome, sono scarpe running che hanno come scopo principale il regalare sicurezza e stabilità su terreni che non siano regolari ed asfaltati.

Sono abbastanza leggere, sui 300 grammi circa, ed hanno un’aderenza al suolo studiata appositamente per percorsi di trail running.

Scarpa A6 jogging

A dire il vero, definire questa scarpa come da running è forse troppo.

È indicata per chi corre non in maniera regolare e lo fa in maniera molto blanda e lenta.

Se sei un vero runner che macina km e km non optare per questa tipologia.

Scarpa A7 chiodate

Scarpa running specifica per l’uso in pista.

La loro caratteristica principale, che salta anche subito all’occhio, è quella di avere dei tacchetti di ferro sulla suola per dare un maggiore grip con il suolo.

Hanno un peso che va anche al di sotto dei 200 grammi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *